L’anatra è zoppa, ma starnazza ancora

in Mondo

L’ondata blu che doveva travolgere la scena politica statunitense, si è infranta contro lo scoglio del Presidente Trump. Anche se i democratici hanno riconquistato la Camera dopo 8 anni, non si è verificato lo “tsunami” previsto alla vigilia. In Senato i repubblicani si sono addirittura rafforzati.

The Donald esce quindi solo ammaccato dalle Elezioni di Midterm, una sorta di referendum sull’inquilino della Casa Bianca, e può ancora sperare nella rielezione nel 2020. Su Twitter ha festeggiato i risultati elettorali come fossero un trionfo. Toni più pacati, ma comunque ottimisti in casa democratica. La riconquista della Camera viene interpretata come il possibile inizio della rimonta, anche se tutti gli astri nascenti del partito hanno perso nella loro giurisdizione.

In 36 Stati si votava anche per eleggere il Governatore. I democratici hanno vinto in 15 di essi, i repubblicani in 18. Georgia, Alaska e Connecticut sono ancora in ballo, ma le proiezioni vedono in vantaggio i repubblicani.

Sensibile crescita dell’affluenza. In aumento anche la partecipazione femminile. Tra i nuovi eletti, molte donne, forse 100, record assoluto. Entrano nel Congresso anche due musulmane, una nativa americana lesbica ed il neo Governatore del Colorado Jared Polis è il primo gay dichiarato ad assere eletto a tale carica.

Forzando un po’ una citazione di bersaniana memoria, si potrebbe dire che il Partito Democratico, è arrivato primo ma non ha vinto. Alle Elezioni di Midterm, banco di prova della tenuta della presidenza Trump, i democratici hanno riconquistato la Camera, ma non il Senato. Qui i Repubblicani si sono addirittura rafforzati. I risultati non sono ancora ufficiali e i dati non sono ancora completi, tuttavia le tendenze sono state confermate. Il ribaltone è avvenuto solo a metà.

Gli Stati Uniti ne escono come un paese politicamente spaccato a metà e si riduce lo spazio di manovra del Presidente. The Donald tuttavia, ha retto il colpo ed una possibile rielezione non pare poi così impensabile. Certo i democratici hanno recuperato terreno e possono preparare la rimonta alle presidenziali del 2020, ma non hanno ancora individuato un possibile leader. Le giovani promesse del partito hanno perso le loro personali sfide, a partire da Beto Rourke, che non è riuscito, per poco, a strappare il Texas agli avversari.

Domani è un nuovo giorno per l’America

Nancy Pelosi, speaker democratica alla Camera

Tra i democratici filtra comunque ottimismo, come si evince dalle parole di Nancy Pelosi che ha affermato: <<domani è un nuovo giorno per l’America>>.
L’ex speaker alla Camera, che molto probabilmente sarà riconfermata, sostiene che con il controllo alla Camera, i democratici ripristineranno <<controlli ed equilibri costituzionali sull’Amministrazione Trump>>.

Trump ha della magia. I repubblicani sono fortunati ad averlo

Donald Trump, Presidente degli Stati Uniti d’America

Il Presidente non  appare per nulla intimidito e su Twitter ha celebrato con toni trionfali i risultai elettorali. Riferendosi a sé stesso in terza persona e rifacendosi ad una citazione, il Potus ha scritto <<era successo solo 5 volte in 105 anni, Trump ha la magia che gli esce dalle orecchie>> ed ancora <<i Repubblicani sono fortunati ad averlo>>. 

Insomma, l’appeal elettorale di Trump non sembra drasticamente scemato. Ha speso molte energie in questa campagna e da settembre ha partecipato a numerosissimi comizi ed appuntamenti elettorali. Ha stravinto in tutti gli stati in cui si è recato, segno della fiducia che è in grado di esercitare sugli americani. Anche la strategia elettorale ha funzionato. Se i democratici hanno insistito sui temi dell’economia e degli scandali legati al Presidente, The Donald ha risposto con immigrazione e fermezza in politica estera, come dimostrano le sanzioni alla Siria riapplicate proprio nel giorno del voto. Argomenti sui quali gli elettori hanno posto particolare attenzione. La campagna elettorale per le Presidenziali del 2020 è appena cominciata.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*