fbpx
Seguici su

Attualità

Presidente Corte Costituzionale, “Una legge sull’omofobia è opportuna”

Pubblicato

il

ROMA – “La pandemia è stata una prova difficile per il nostro Paese, che tuttavia ha dato grande dimostrazione di sé. I cittadini, sfatando luoghi comuni duri a morire, hanno saputo accettare i pesanti ma inevitabili sacrifici dei loro diritti con un senso civico diffuso e consapevole. E anche le istituzioni, pur con un certo affanno delle strutture sanitarie, hanno trovato la forza e la capacità di far fronte a questo evento drammatico e inusitato”.

A dirlo è il presidente della Corte Costituzionale Giancarlo Coraggio, che ha aperto la sua relazione sull’attività del 2020 parlando della reazione dei cittadini e delle istituzioni all’emergenza Covid e esprimendo “la sentita partecipazione al lutto di quanti hanno sofferto la perdita dei loro cari”. Ad ascoltarlo ci sono il capo dello Stato Sergio Mattarella, i presidenti delle Camere Elisabetta Casellati e Roberto Fico ,il premier Mario Draghi e la ministra della Giustizia Marta Cartabia, che è stata la prima donna presidente della Corte costituzionale.

Tanti i temi affrontati. Sull’omofobia, Coraggio ha affermato: “Non ho studiato il ddl Zan proprio per non essere chiamato a dare un parere concreto sulle norme. Ma sicuramente una qualche normativa è opportuna”.

Nella Sanità, servizio nazionale ma a gestione regionale, serve “un esercizio forte, da parte dello Stato, del potere di coordinamento e di correzione delle inefficienze regionali: il suo esercizio inadeguato non solo comporta rischi di disomogeneità, ma può ledere gli stessi livelli essenziali delle prestazioni” – ha aggiunto – Il problema si è riproposto con la pandemia, nonostante la competenza esclusiva dello Stato sulla profilassi internazionale che avrebbe dovuto garantire “unitarietà di azione e di disciplina”.

Sugli ex terroristi che si trovano in Francia, come riporta l’Ansa, Coraggio ha affermato: “Non si puo istituzionalizzare il diritto alla fuga e di sottrarsi alla pena che è stata irrogata in un processo giusto e corretto condotto da giudici indipendenti. Questi signori devono essere soggetti ai principi della nostra Costitituzione che non è ispirata alla vendetta, ma alla rieducazione”. 

Sull’ergastolo ostativo, che impedisce la concessione della liberazione condizionale ai mafiosi se non collaborano, “la Corte ha fatto lo sforzo di bilanciare i valori in gioco: garantire la conservazione dell’istituto della collaborazione che è fondamentale nella lotta alla criminalità organizzata, ma insieme affermare l’improcrastinabile necessità di prevedere un fine pena anche per l’ergastolo. E’ un dovere perché si tratta di rispettare la funzione rieducativa della pena che altrimenti non avrebbe senso”.

Tra le istituzioni che hanno saputo reagire alla pandemia c’è la scuola, “che, con l’insegnamento a distanza (una soluzione certo emergenziale ma accettata con spirito di sacrificio da docenti e alunni), è stata comunque in grado di assicurare, nei limiti del possibile, la vitale prosecuzione dell’istruzione, anche se si sono purtroppo manifestate gravi diseguaglianze economiche e territoriali”, ha sottolineato Coraggio.

Attualità

Il no-vax Barillari: “Il malore di Eriksen colpa del vaccino”. Ma non era vaccinato

Pubblicato

il

ROMA – Il consigliere regionale del Lazio, ex M5S, Davide Barillari, in un tweet, ha sostenuto che il malore accusato in campo dal giocato danese, Christian Eriksen, durante la partita degli Europei di ieri sera, fosse da attribuire al vaccino anti Covid-19.

“Christian Eriksen – ha scritto nel tweet Barillari -, giocatore dell’Inter (vaccinato) durante la partita Danimarca Finlandia, cade a terra per arresto cardiaco. Praticato massaggio cardiaco. Ora è ricoverato in ospedale. Cadono come mosche. #NessunaCorrelazione #SonosoloCoincidenze #Vaccini #R2020”.

Peccato che Eriksen non sia stato vaccinato. Dunque il consigliere no-vax ha pubblicato una fake news, smentita prima dall’ad dell’Inter, Beppe Marotta, poi dai medici della nazionale danese e, infine, anche dalla Federcalcio danese, durante la conferenza stampa organizzata oggi per aggiornare sulle condizioni del centrocampista dell’Inter.

Continua a legere

Attualità

Sparatoria vicino Roma, morti due bambini e un anziano

Pubblicato

il

ROMA – Colpi d’arma da fuoco nel consorzio Colle Romito ad Ardea, vicino a Roma. Sono morti due fratellini e l’anziano che era con loro. 

Sono stati centrati dai colpi di pistola esplosi da un uomo in strada. A quanto accertato dai carabinieri, non avevano vincoli di parentela con l’altra vittima che è un anziano. Come riporta l’Ansa, l’uomo si è poi barricato in un appartamento. Sul posto i carabinieri.

Sul posto sono arrivati i familiari dei piccoli. “Attenzione. Tutti chiusi in casa c’è una persona che spara nel consorzio”. E’ uno dei tanti appelli che stanno rimbalzando in questi minuti sui gruppi social di Colle Romito. “Rimanete a casa! Sembra ci sia una persona armata che gira per Colle Romito”, scrive un altro utente. 

Continua a legere

Attualità

Sondaggi Ipsos: scende la Lega, superata da Pd e Fratelli d’Italia

Pubblicato

il

ROMA – Con il 20,8% il Partito Democratico “strappa” alla Lega di Salvini il primo posto tra i partiti italiani, secondo il Polimetro di Ipsos, la rilevazione settimanale di Nando Pagnoncelli.

Il Carroccio subisce un ulteriore sorpasso e arriverebbe addirittura alla terza posizione, dal momento che si ferma al 20,1% e viene superato da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che sale al 20,5%.

Salvini continua dunque a perdere punti, nonostante i suoi propositi di una federazione di centrodestra, osteggiata da Giorgia Meloni.

Continua a legere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Osservatore Quotidiano è un prodotto editoriale di Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€