fbpx
Seguici su

Attualità

Dirottamento aereo in Bielorussia per arrestare oppositore: sanzioni da parte dell’UE

Pubblicato

il

MINSK – Fronte compatto nel condannare la Bielorussia per il dirottamento del volo di linea e l’arresto del reporter Protasevich. L’Unione europea ha adottato sanzioni contro Minsk e ha fermato i voli, col presidente del Consiglio europeo Michel che dice no alla “roulette russa con la vita dei civili”. “Non tolleriamo che si giochi alla roulette russa con la vita dei civili”- afferma Michel presentando le sanzioni contro la Bielorussia per il “fatto scandaloso accaduto domenica”. La risposta Ue “è all’altezza dell’offesa”, ha aggiunto.

Come riporta l’Ansa, quel che è accaduto è senza precedenti: Protasevich, stando a quanto riporta Nexta, prima di salire a bordo del volo Ryanair da Atene a Vilnius, aveva avuto il sospetto di essere seguito. Poi, quando ormai il velivolo era vicino ai confini con la Lituania (ma in pieno spazio aereo bielorusso), è atterrato dopo aver lanciato un allarme di minaccia di bomba. Ma stando alla testata indipendente Meduza, il capo delle comunicazioni all’aeroporto internazionale di Vilnius, Lina Beischene, ha invece detto che a bordo dell’aereo “c’è stato uno scontro tra un membro dell’equipaggio e un passeggero”. Da qui l’esigenza di scendere a terra. Nexta ha indicato che, secondo le sue informazioni, la rissa con l’equipaggio è stata causata da ufficiali del KGB, secondo i quali c’era dell’esplosivo a bordo. Di conseguenza il pilota è stato costretto a richiedere un atterraggio di emergenza. Un caccia MiG-29 delle forze aere bielorusse è stato fatto decollare per scortare a Minsk il volo Ryanair. Secondo un canale Telegram ritenuto vicino a Lukashenko, rilanciato da Interfax, il presidente bielorusso “in persona” avrebbe dato l’ordine di far atterrare l’aereo a Minsk. Una volta a terra i passeggeri sono stati sottoposti ai controlli di sicurezza e a quel punto è scattato il fermo per Protasevich.

Il presidente Usa Biden chiede un’indagine internazionale e gli Stati Uniti valutano “opzioni adeguate per i responsabili”. “Gli Stati Uniti condannano duramente il dirottamento del volo della Ryanair in Bielorussia per permettere l’arresto del giornalista Roman Protasevich”: afferma Biden, che accoglie favorevolmente la richiesta Ue di sanzioni economiche mirate. “Ho chiesto al mio team di studiare opzioni adeguate per i responsabili”, ha aggiunto Biden, invocando “un’indagine internazionale sull’incidente”. 

L’opposizione della Bielorussia ha chiesto di essere invitata al vertice del G7 che si svolgerà a giugno in Gran Bretagna.  In una telefonata con il Consigliere Usa per la Sicurezza nazionale, Jake Sullivan, la leader dell’opposizione bielorussa in esilio, Svetlana Tikhanovskaya, ha rivolto un appello agli Stati Uniti affinche’ “isolino il regime e lo mettano sotto pressione con le sanzioni”. Il presidente francese Macron è favorevole ad invitare l’opposizione bielorussa al vertice del G7 di giugno. Lo apprende l’Ansa dall’entourage presidenziale.

Anche le Nazioni Unite esigono la liberazione immediata di Pratasevich, ha detto oggi a Ginevra Rupert Colville, portavoce dell’Ufficio dell’Alto commissario Onu per i diritti umani. “Siamo scioccati dall’arresto illegale e la detentenzione arbiraria del giornalsita della Bielorussia Raman Pratasevic” e “chiediamo l’immediata liberazione sia di Roman Protasevich che di Sofia Sapega”, la sua compagna, ha detto Colville. “Temiamo per la sua sicurezza, chiediamo garanzie che sia trattato umanamente e che non sia sottoposto a maltrattamenti o torture”, ha aggiunto.

Il Cremlino si rammarica, invece, per la decisione dell’Europa di tagliare i collegamenti aerei con la Bielorussia e di evitare il suo spazio aereo dopo il caso del volo Ryanair. “Possiamo solo esprimere rammarico. È molto costoso per qualsiasi compagnia di aggirare il territorio di un paese piuttosto grande situato nel centro dell’Europa”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Attualità

Salvini e la gaffe con il candidato non vedente: “Sarà un occhio per gli italiani”

Pubblicato

il

Matteo Salvini

ROMA – “Mario al Senato sarà un occhio per milioni italiani”, così Matteo Salvini ieri sera a Porta a Porta. Peccato che Mario Barbuto sia non vedente e che il leader leghista continui a parlare non rendendosi conto dell’evidente gaffe.

Il “Mario” in questione è infatti il presidente dell’Unione italiana ciechi ed è candidato per il centrodestra a Palermo. “Parlando con Mario, si capisce un mondo che teoricamente è al buio, però portarlo con me in Senato sarà una speranza, un occhio, per milioni di italiani troppo spesso dimenticati”, le parole esatte di Salvini nel salotto di Vespa.

“Dopo di me, ci sarà qualcuno che dirà che bisogna includere chi sbarca domani mattina a Lampedusa. Chi sceglie la Lega di includere chi è nato qua, penso ai bimbi che ancora non hanno l’insegnante di sostegno, una vergogna. Quindi sono contento che Mario a nome di tante associazioni di volontariato, del terzo settore e delle disabilità abbia scelto la Lega per portare avanti una battaglia di civiltà”, ha aggiunto Salvini.

Continua a leggere

Attualità

Folla oceanica grazie a Photoshop: ma a Meloni si allungano anche i piedi

Pubblicato

il

PALERMO – È diventata virale sui social l’immagine di piazza Ruggero Settimo a Palermo pubblicata da Giorgia Meloni durante il suo comizio di martedì. Probabilmente, per rendere l’effetto della folla oceanica, sarebbe stato usato Photoshop.

Ma ad allungarsi, assieme alla piazza, sono stati anche piedi di Giorgia Meloni. A rilanciare l’immagine è l’eurodeputato Ignazio Corrao, che commenta: “Quando nel tentativo di allungare la piazza con il photoshop ti allungano i piedi come un clown”.

Continua a leggere

Attualità

Il Patriarca Kirill esorta i fedeli ad arruolarsi: “Se muori sarai con Dio”

Pubblicato

il

MOSCA – “Vai coraggiosamente a compiere il tuo dovere militare. E ricorda che se muori per il tuo Paese, sarai con Dio nel suo regno, gloria e vita eterna”: il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill esorta così gli uomini della Federazione alla mobilitazione lanciata dal presidente Vladimir Putin, invitando i fedeli a “non avere paura della morte”.

Lo riporta in un tweet il media indipendente bielorusso Nexta. Come riporta l’Ansa, il Cremlino intanto ha ammesso per bocca del suo portavoce, Dmitry Peskov, che tra la popolazione russa c’è stata “una reazione isterica” alla dichiarazione della mobilitazione parziale del presidente Vladimir Putin, che ha dato origine a una ridda di voci su quanti e quali cittadini potranno essere richiamati alle armi. Secondo Peskov, “si poteva in qualche modo capire la reazione isterica ed estremamente emotiva delle prime ore dopo l’annuncio, o anche nella prima giornata, perché vi era una certa mancanza di informazione, ma già dalla giornata di ieri sono state attivate tutte le linee di informazione” necessarie. Lo riferisce la Tass.

L’organizzazione non governativa Guide to the Free World che aiuta i russi che si oppongono alla guerra a lasciare il Paese, stima che sarebbero circa 70mila gli uomini fuggiti dalla Russia o che stanno escogitando un piano di fuga.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Osservatore Quotidiano è un prodotto editoriale di Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.