fbpx
Seguici su

Mondo

Inghilterra: Boris Johnson introduce nuove restrinzioni dette Piano B

Pubblicato

il

Il primo ministro britannico Boris Johnson, ha annunciato nuove restrizioni per contenere i contagi Covid e limitare il diffondersi della variante Omicron.

Nuove restrizioni dette “Piano B”, , dettate da Boris Johnson, arriveranno presto in Inghilterra. Il governo britannico, era rimasto uno degli ultimi in Europa a non applicare nessuna restrizione ai non vaccinati e a consentire l’ingresso ai luoghi pubblici senza mascherina. Da mesi, Boris Johnson, resiste alle pressioni dei medici che gli chiedevano di passare al Piano B. Al momento l’unica stretta approvata da Londra è stata quella dell’obbligo di mascherine negli spazi chiusi, ma sul Green Pass molti lo ritengono una violazione delle libertà troppo forte per gli standard britannici.

A partire da domani, Venerdì 10 dicembre, anche in Inghilterra, sarà obbligatorio indossare la mascherina nei luoghi pubblici di cinema, teatri e luoghi di culto. Continuerà invece, a non essere obbligatoria nelle palestre o nei ristoranti. Da lunedì 13 dicembre, il governo chiede l’utilizzo dello smart working. Infine, da mercoledì 15 dicembre, gli inglesi potranno ottenere il “NHS” cioè il Covid Pass come il Green Pass italiano. Dovranno presentare la vaccinazione completa per entrare nei locali notturni o partecipare a grossi eventi. Oltre alla vaccinazione, sarà consentito presentare anche un tampone negativo.

L’ obbligo del Covid Pass, per entrare in vigore, dovrà essere approvata dal parlamento britannico. Boris Johnson, inoltre, ha giustificato le nuove misure per la diffusione della variante Omicron in Inghilterra. Il primo ministro, in una conferenza stampa ha detto: “Ancora non sappiamo molto della nuova variante, ma la sua diffusione potrebbe portare a un aumento delle ospedalizzazioni e delle morti. La variante Omicron sta crescendo molto più velocemente della delta” e che le prime analisi mostrano che nel Regno Unito i casi di persone contagiate con la variante omicron raddoppiano ogni 2,5–3 giorni.

Attualità

A Londra ricompare la polio: offerto il richiamo ad un milione di bambini

Pubblicato

il

terza dose di vaccino anti covid ai 50enni proposta sottosegretario alla salute andrea costa

LONDRA – A tutti i bambini di età compresa tra uno e nove anni che vivono a Londra, circa un milione, verrà offerto il richiamo del vaccino antipolio dopo che il virus è stato rilevato nelle acque reflue della capitale britannica.

Come riporta l’Ansa, lo ha annunciato il governo dopo le analisi condotte dalla UK Heath Security Agency (UKHSA), l’agenzia del sistema sanitario pubblico che si occupa di sicurezza medica, i cui vertici già in giugno avevano diffuso un’allerta ad hoc sottoscritta assieme all’agenzia nazionale del farmaco (MHRA).

Il virus, dichiarato eradicato nel Regno Unito nel 2003, è stato rilevato ben 116 volte nelle acque di scolo durante gli studi condotti sugli impianti della metrapoli. Come era già emerso in giugno, le tracce rinvenute sono quelle di derivazione vaccinale del poliovirus di tipo 2 (VDPV2), che in casi definiti rari puo’ contagiare in forma grave persone che non abbiano completato i cicli di vaccinazioni.

Come ricorda l’Ansa, la poliomielite può avere conseguenze invalidanti e in alcuni casi anche mortali. Il ministro della Sanità, Steve Barclay, ha comunque rassicurato i londinesi affermando che “a nessuno è stato diagnisticato il virus” e i rischi per la popolazione (in larghissima parte vaccinata) sono molto bassi.

Continua a leggere

Attualità

WhatsApp: Zuckerberg annuncia tre nuove funzioni per la privacy

Pubblicato

il

SAN FRANCISCO – “Sono in arrivo nuove funzionalità per la privacy su WhatsApp: uscire dalle chat di gruppo senza avvisare tutti i partecipanti, decidere chi può vedere quando si è online e impedire gli screenshot dei messaggi visualizzabili una sola volta. Continueremo a creare nuovi modi per proteggere i vostri messaggi e mantenerli privati e sicuri come nelle conversazioni di persona”.

Lo annuncia, come riporta l’Ansa, Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Meta.

Continua a leggere

Attualità

Sparatoria all’aeroporto di Parigi: la polizia abbatte un uomo armato di coltello

Pubblicato

il

sparatoria aeroporto Charles De Gaulle Parigi

Un uomo, senzatetto, è stato abbattuto dalla polizia all’interno del aeroporto Charles De Gaulle, dopo che ha rifiutato di lasciare andare il coltello che brandiva in mano e con il quale minacciava gli addetti alla sicurezza e i poliziotti.

Sparatoria della polizia all’aeroporto Charles De Gaulle di Parigi, ma questa volta non si tratta di un attacco terroristico. Un senzatetto ha estratto un coltello ed ha cominciato a minacciare gli agenti del servizio di sicurezza. Dopo avergli intimato di posarlo, gli agenti hanno aperto il fuoco uccidendolo. L’episodio è avvenuto lo scorso mercoledì 10 agosto.

Intorno alle 8:20, il senzatetto ha avuto un diverbio con gli agenti di sicurezza e la polizia di frontiera presenti al terminal 2F dell’aeroporto Charles De Gaulle di Parigi. Dopo aver inveito contro gli addetti al servizio d’ordine, pareva essersi calmato e sembrava che la situazione fosse tornata alla normalità. L’uomo però, poco dopo essersi allontanato, è tornato sui suoi passi, brandendo un coltello e minacciando poliziotti e agenti di sicurezza, che hanno fatto scattare il protocollo di emergenza.

Gli hanno puntato contro le armi e, tenendolo sotto tiro, gli hanno intimato più volte di lasciare andare l’arma. L’uomo però non ha posato il coltello ed ha compiuto un passo n avanti, direzione degli agenti. A questo punto, le forze armate hanno risposto ed hanno abbattuto il sospettato.

In base alla prima testimonianza raccolta, quella di un fotografo dell’Afp che si trovava sul posto, sarebbe stato esploso un solo colpo. Subito dopo la sparatoria avvenuta nell’aeroporto di Parigi, il corpo senza vita del senzatetto è stato adagiato su una barella, in una zona evacuata e interdetta ai passeggeri.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Osservatore Quotidiano è un prodotto editoriale di Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.