fbpx
Seguici su

Politica

Legge Zan: arriva l’appoggio dell’ex senatore Razzi

Pubblicato

il

PESCARA – Dopo il clamoroso post di Alessandra Mussolini, arriva un altro inaspettato endorsement alla legge Zan contro l’omofobia: quello dell’ex senatore abruzzese Antonio Razzi che su Facebook ha scritto:

Continua a legere
Pubblicità

Attualità

Il no-vax Barillari: “Il malore di Eriksen colpa del vaccino”. Ma non era vaccinato

Pubblicato

il

ROMA – Il consigliere regionale del Lazio, ex M5S, Davide Barillari, in un tweet, ha sostenuto che il malore accusato in campo dal giocato danese, Christian Eriksen, durante la partita degli Europei di ieri sera, fosse da attribuire al vaccino anti Covid-19.

“Christian Eriksen – ha scritto nel tweet Barillari -, giocatore dell’Inter (vaccinato) durante la partita Danimarca Finlandia, cade a terra per arresto cardiaco. Praticato massaggio cardiaco. Ora è ricoverato in ospedale. Cadono come mosche. #NessunaCorrelazione #SonosoloCoincidenze #Vaccini #R2020”.

Peccato che Eriksen non sia stato vaccinato. Dunque il consigliere no-vax ha pubblicato una fake news, smentita prima dall’ad dell’Inter, Beppe Marotta, poi dai medici della nazionale danese e, infine, anche dalla Federcalcio danese, durante la conferenza stampa organizzata oggi per aggiornare sulle condizioni del centrocampista dell’Inter.

Continua a legere

Attualità

Sondaggi Ipsos: scende la Lega, superata da Pd e Fratelli d’Italia

Pubblicato

il

ROMA – Con il 20,8% il Partito Democratico “strappa” alla Lega di Salvini il primo posto tra i partiti italiani, secondo il Polimetro di Ipsos, la rilevazione settimanale di Nando Pagnoncelli.

Il Carroccio subisce un ulteriore sorpasso e arriverebbe addirittura alla terza posizione, dal momento che si ferma al 20,1% e viene superato da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che sale al 20,5%.

Salvini continua dunque a perdere punti, nonostante i suoi propositi di una federazione di centrodestra, osteggiata da Giorgia Meloni.

Continua a legere

Attualità

Vaccini, Pfizer e Moderna per la seconda dose ai giovani, Astrazeneca solo agli over 60

Pubblicato

il

ROMA – Il vaccino di AstraZeneca è fortemente raccomandato per gli over 60 mentre chi ha meno di sessant’anni e ha già fatto una dose del siero a vettore virale farà la seconda con Pfizer o Moderna. Come riporta l’Ansa, è questa l’indicazione contenuta nel parere del Comitato tecnico scientifico che rimanda ogni decisione alle autorità competenti. 

“Il Cts ha raccomandato per le prime dosi di vaccinazioni di riservare le dosi di AstraZeneca per coloro che abbiano età uguale o superiore a 60 anni, per la fascia sotto i 60 anni c’è invece la raccomandazione per i vaccini a mRna. In questo contesto epidemiologico mutato il Cts in dialogo stretto con Aifa e le altre istituzioni sanitarie del paese, ha ritenuto opportuno rivalutare le indicazioni all’uso del vaccino AstraZeneca perchè essendo mutato lo scenario il rapporto tra benefici e potenziali rischi legati a trombosi rare cambia in funzione dell’età ma anche del mutato scenario”.

Lo ha detto il coordinatore del Cts Locatelli. “Per le seconde dosi – ha detto ancora – si è deciso di dare una raccomandazione per impiegare una stessa dose dello stesso vaccino per over 60, mentre per gli under 60 pur in assenza di segnali di allerta preoccupanti, la raccomandazione è per la vaccinazione eterologa”.

Continua a legere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Osservatore Quotidiano è un prodotto editoriale di Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Luigi Tommolini | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€