fbpx
Seguici su

Uncategorized

Salvini invia messaggi di riconciliazione alla Meloni, mentre Berlusconi si pone come paciere

Pubblicato

il

Matteo Salvini cerca la riconciliazione con Giorgia Meloni con il beneplacito di silvio Berlusconi

Non è certo la prima volta che un uomo prova a ricostruire un rapporto oramai logoro nel giorno di San Valentino, ma questa volta non si tratta di una semplice messaggio inviato ad una vecchia fiamma. La relazione in crisi che si tenta di salvare è quella che lega le componenti di centrodestra. Il neo negativizzato Matteo Salvini infatti, ha inviato un messaggio di riconciliazione all'(ex) alleata Giorgia Meloni, con il beneplacito dell’anziano padre Silvio Berlusconi.

«Oggi è San Valentino, quindi non può che essere un dolce biglietto: superiamo incomprensioni, interessi di parte. La gente non vuole litigi e battibecchi. Uniti si vince. Sto lavorando con Berlusconi e Meloni perché solo uniti si vince» ha affermato il leader della Lega ai microfoni di Rtl 102.5.

L’ipotesi di rinsaldare l’alleanza di centrodestra incontra il favore di Silvio Berlusconi, che sabato è riapparso in pubblico, per assistere alla partita del suo Monza contro la Spal. Al termine del match si è presentato in conferenza stampa e come altre volte è capitato in passato, non è stata solo l’occasione per sproloquiare di calcio, ma anche per mandare messaggi politici. «Non ho nessun rancore con i miei alleati di centrodestra. Dobbiamo essere consapevoli di essere maggioranza nei confronti della sinistra, non disperdiamo questo valore» ha dichiarato Berlusconi.

Non è ancora arrivato un commento da colei che tanto sta facendo struggere i cuori dei due corteggiatori. La Meloni d’altronde non avverte come particolarmente urgente la necessità di riconciliazione con Berlusconi e Salvini. Il passaggio delle elezioni del Presidente della Repubblica non ha solo logorato gli equilibri di coalizione e provocato una frattura dei rapporti, ma ha consolidato in maniera più che sensibile la posizione della leader di Fratelli d’Italia, che, guardando ai sondaggi, ne esce rafforzata da un punto di vista elettorale: ha superato nei consensi la Lega, che invece ha subito una perdita di quasi 2 punti percentuali, e non è molto distante dal Partito Democratico che nelle ultime indagini è risultato il primo partito in Italia. Giorgia Meloni pertanto si trova ad un bivio: sa di essere più forte da sola e di essere l’unica del centrodestra ad essere uscita indenne dalla battaglia per il Quirinale, ma è anche consapevole che, almeno con l’attuale legge elettorale, non potrebbe ambire a grossi risultati e sarebbe quasi costretta a presentarsi in coalizione alle urne. Ma qualora venisse investita del ruolo di leader dell’alleanza, il processo di riconciliazione sarebbe senz’altro più veloce.

Uncategorized

Referendum Giustizia, Salvini: “Clima di censura che è vergogna internazionale”

Pubblicato

il

Matteo Salvini

ROMA – “La Rai e altri giornali stanno nascondendo i referendum. Si sta senza mascherine alle feste per il Milan ed ai concerti di Vasco Rossi, ma se vai al seggio per votare i referendum devi avere la mascherina”.

“C’è un clima di censura, un bavaglio e un furto di democrazia sui referendum sulla giustizia che è una vergogna internazionale”.

Lo ha detto, come riporta l’Ansa, il leader della Lega Matteo Salvini a Mattino5, su Canale 5.

Continua a leggere

Uncategorized

Aereo da ricognizione russo viola lo spazio aereo svedese

Pubblicato

il

Vladimir Putin

KIEV – Non cessano gli attacchi nell’Ucraina occupata, dove ieri missili russi hanno distrutto una pista dell’aeroporto di Odessa. Ma è la violazione dello spazio aereo svedese da parte di un aereo di ricognizione russo a dare la misura dell’allargamento del conflitto.

Un evento “totalmente inaccettabile” – secondo il ministro della Difesa svedese di Stoccolma Hultqvist. “Questa azione” – ha detto chiedendo il rispetto della sovranità del Paese – “viola le regole e, data la situazione generale della sicurezza, è molto inappropriata”. 

Putin intanto sarebbe pronto ad abbandonare il termine “operazione militare speciale” e ad annunciare il 9 maggio, durante la parata del Giorno della Vittoria, che è in atto una “guerra totale” all’Ucraina.

Uno studio commissionato ad alcuni esperti dal governo britannico – scrive la Reuters sul suo sito – avrebbe inoltre portato alla luce una fabbrica di troll russi usati come arma di disinformazione. Tracce ne sarebbero state trovate in otto social network, tra cui Telegram, Twitter, Facebook e TikTok. Diffondevano commenti filorussi sui profili di ministri britannici e altri leader mondiali critici verso Mosca.

Continua a leggere

Uncategorized

Soverato, arrestato falso ginecologo: 63 donne abusate, tra cui una minore

Pubblicato

il

Arrestato a Soverato falso ginecologo 63 donne abusate

Si era specializzato in cardiologia, ma diceva alle pazienti di essere ginecologo, sebbene non avesse mai compiuti questo corso di studi. In questo modo riusciva ad irretire le sue vittime, che portava nel suo studio medio per compiere abusi sessuali. 63 le donne ingannate, tra cui una minorenne. Il falso ginecologo di Soverato invece, è stato arrestato.

63 abusi sessuali a danno di donne convinte di sottoporsi ad una visita medica. È stato così arrestato un falso ginecologo in servizio nell’ospedale di Soverato, in provincia di Catanzaro. Il cardiologo, questa infatti era la specializzazione che aveva scelto, usava questo escamotage per portare nel proprio studio pazienti in cerca di una visita ginecologica, che invece venivano abusate a livello sessuale. In altri casi era il medico stesso a compiere gli abusi, in altri convinceva le sue vittime a farlo. Per compiere queste violenze, impiegava oggetti di forma fallica.

63 le donne che sono state raggirate, tra cui una minorenne, in base a quanto trapelato dagli inquirenti. Le indagini sono partite nell’estate dello scorso anno, in seguito ad una denuncia di una ragazza di 20 anni, capitata tra le grinfie del falso ginecologo di Catanzaro. I carabinieri oggi gli hanno fatto scattare le manette ai polsi.

Per lui è scattata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I militi hanno anche proceduto al sequestro del suo telefono e di altri dispositivi elettronici. Pare infatti che non gli bastasse compiere questi abusi, ma che amasse anche anche rivedere le sue gesta, attraverso filmati immortalati da telecamere nascoste nel suo studio, dove appunto sono state commesse le violenze sessuali.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group | Osservatore Quotidiano è un prodotto editoriale di Il Martino.it iscritto al tribunale di Teramo con il n. 668 del 26 aprile 2013 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Vicario: Antonio Villella | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Alba Adriatica (TE) via Vibrata snc, 64011 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€ | Alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questo sito sono reperite in internet. Qualora violino eventuali diritti d'autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o detentore dei diritti di riproduzione.